Trekking - naturApiedi

naturApiedi
naturApiedi
Vai ai contenuti
ALLA SCOPERTA DI VIGNETI, CASTELLI, LAGHI E FIUMI PER CONOSCERE IL CANAVESE CON GLI OCCHI DELL’ASINO
Camminare con l'asino
è un'esperienza rilassante ed educativa
che fa bene alla mente
e al corpo di chi cammina.
Un tempo l'asino era un affidabile compagno di lavoro per l'uomo, per anni è stato usato come animale da soma per trasportare merci e lavorare nei campi, ma la modernità dei giorni nostri e lo stile di vita dettato con i ritmi sempre più veloci lo ha portato ad essere dimenticato, tanto da rischiarne l'estinzione.
Proprio per questo abbiamo deciso di valorizzare questo animale che per il lungo tempo che ci ha servito non è mai stato ringraziato abbastanza, attuando il turismo someggiato, atto a far conoscere la zona del Canavese visitando i numerosi castelli e laghi della zona, assaggiando prodotti tipici e facendo conoscere il rispetto per la natura e gli animali.

Cos'è il trekking someggiato?
Il trekking someggiato consiste nell'effettuare delle escursioni affiancate dagli asini che a tratti ci danno una mano a portare gli zaini e il materiale occorrente, senza mai arrivare a un quarto del loro peso per il loro benessere, cosicchè la passeggiata diventi piacevole per entrambi.
Tuttavia il ruolo dell'asino non deve essere solo associato a un portatore di pesi, bensì a un compagno che permette di imparare ad assaporare il gusto di rallentare, perchè il vero viaggio non consiste solo nel conoscere nuove terre, ma anche nell'avere nuovi occhi per capirle.
L'asino è un animale umile, che si adatta a qualsiasi situazione, persino a quelle più caotiche grazie alla sua indole tranquilla e pacifica, viaggia a un passo lento, sicuro e regolare, attento a tutto ciò che lo circonda, donando serenità a chi gli sta vicino.
Gli asini impiegati sono stati recuperati da abbandoni e maltrattamenti e successivamente educati con metodi etologici per ritrovare il loro equilibrio psicofisico, amano camminare ed esplorare nuove terre, proprio come noi!
Durante tutto l'anno organizziamo escursioni accompagnati da una guida ambientale e da un tecnico specializzato che accompagnerà asini e camminatori per tutto il percorso, occupandosi del benessere degli animali e delle persone, assicurando che si crei un legame tra camminatore e asino,
spesso indimenticabile.
I nostri trekking sono adatti a tutti e possono avere variazioni di programma a seconda delle esigenze e degli interessi dei camminatori come la durata, il tipo di alloggio e il luogo da visitare.
Le mete sono di interesse culturale, naturalistico e enogastronomico come aziende agribioturistiche, vitivinicole, mulini, castelli, laghi e parchi naturali.

Organizzazione del trekking
In un giorno in media si cammina 2 ore al mattino e 2\3 ore al pomeriggio, comprese molte pause per dissetarsi e riposare qualche minuto mentre gli asini possono brucare l'erba.
Il pranzo è previsto in aree attrezzate con il pranzo al basto (al sacco portato dall’asino) oppure in trattorie di zona.
Livello: escursionistico, media difficoltà, richiesto un minimo di allenamento nel camminare
Distanza: 10-15 km al giorno
Durata cammino: 5 ore durante l'arco della giornata
Velocità di cammino: 3 km/h
Minimo 6 partecipanti, massimo 12
Asini: da 2 a 3 condotti a turno tra i partecipanti

Programma primo giorno:
-Ritrovo presso l’associazione Asino Felice ore 9,00
-Conoscenza degli animali e breve lezione di conduzione degli stessi
-Escursione di circa due ore e mezza nelle campagne Ciglianesi tra seminativi e prati irrigui, in direzione Villareggia
-Arrivo presso Bar Trattoria Nazionale, pranzo nel Dehor
-Camminata panoramica costeggiando il fiume Dora tra canali irrigui e interessanti aree boschive con vegetazione di ripa, pioppeti e robineti
-Visita alle aurifondine di Mazzè, un percorso su sentieri tracciati e resti di strade romane, visione dei cumuli di pietre setacciate per la ricerca dell'oro
-Sosta in un'area attrezzata dell'oro del ghiacciaio
-Arrivo all'azienda agribioturistica “A Casa Di Giò” dove pernottare.
-Cena presso Trattoria/pizzeria “La Cometa”

Programma secondo giorno:
-Colazione all’azienda agribioturistica “A casa di Giò” con prodotti biologici
-Ore 9,00 preparazione degli animali e partenza in direzione Mazzè
-Escursione di circa 2 ore tra le colline e la campagna, tra pioppeti e noccioleti
-Arrivo al lago naturale di origine glaciale di Candia Canavese, pranzo al sacco oppure al Lido
-Sosta nell’area attrezzata del lago
-Passeggiata nel parco naturale provinciale
-Notte e cena sul lago

Programma terzo giorno:
-Ore 9,00 partenza con gli animali dal lago di Candia
-Passeggiata nei boschi tra vecchie mulattiere nei sentieri delle pietre bianche
-Sosta alle rovine del vecchio castellazzo di Caluso
-Proseguimento tra i tipici vigneti sulle colline dell’erbaluce
-Arrivo all’azienda vitivinicola Santa Clelia per pranzo, visita all’azienda e degustazione di prodotti tipici locali
-Passeggiata al raggiungimento del castello di Mazzè
-notte presso l’azienda agribioturistica “A casa di Giò”
-Cena presso Trattoria/pizzeria “La Cometa”

Programma quarto giorno:
-Colazione all’azienda agribioturistica “A casa di Giò” con prodotti biologici
-Ore 9,00 preparazione degli animali e partenza in direzione Villareggia
-Passeggiata nei sentieri dell'oro del ghiacciaio e resti di strade romane
-Sosta sul fiume Dora in un interessante vecchio punto di attracco delle barche per scambi commerciali
-Escursione di circa due ore costeggiando il fiume Dora e interessanti aree boschive con vegetazione di ripa, pioppeti e robineti
-Arrivo alla chiesetta di San Martino di Villareggia, pranzo al sacco
-Passeggiata di rientro di circa 2 ore nelle campagne Ciglianesi, passeggiata in piano fino all'arrivo nel centro
Abbigliamento da trekking
· Impermeabile, possibilmente antivento
· Maglietta leggera, meglio se in materiale tecnico
· Maglia medio-leggera
· Pantaloni lunghi leggeri, evitare jeans o pantaloni di velluto, sono pesanti, non facilitano i movimenti e in caso di pioggia sono impossibili da asciugare!
· Scarponcini da trekking comodi, preferibilmente impermeabili (goretex)
· Calze da trekking alte, meglio se in materiale sintetico
· Cappello da sole con visiera
· Spray antizanzare
· BORRACCIA
· Uno zaino contenente i vestiti e per la notte che verranno portati a destinazione in auto
· Uno zaino leggero a persona per il trekking da massimo 30 litri (non più di 15 kg)
naturApiedi
Escursioni uniche e irripetibili
info@naturapiedi.it
Via Giacomo Matteotti 43
10099 San Mauro torinese (Torino)
+39 347 99 63 221 +39 347 67 32 856
Simbolo Aigae
Simbolo Regione Piemonte
Torna ai contenuti